STORIA - Coro "I BORGHI" New

Vai ai contenuti

Menu principale:

Vi proponiamo la registrazione di una trasmissione andata in onda su Radio Veneto Uno.
Durata 1 ora e 2 min. Canti:
"La Madonna del Sass", "Amici Miei","e' Nato a Betlemme", "Go Tell It on the Mountain", "La Cima Del Montello",
"Monte Canino", "Da Udin Siam Partiti","No Photo Reposare", "Daur San Pieri", "Sotto Sieri".

Il coro "I Borghi" Storia

Ecco la nostra prima incisione che inizia doverosamente dalla Madonna del Sass: non soltanto un canto
– che viene registrato per la prima volta -, ma una creazione nata all’interno del coro, la nostra sigla,
il nostro programma operativo…Battemo, battemo…Come dal lavoro duro dello scultore che usa la mazza e lo scalpello,
così dalla tenacia, dalla volontà, dall’impegno costante sono nate le nostre esecuzioni che nell’accuratezza cercano
di essere al tempo stesso intense e sensibili.

Il nostro è un coro amatoriale, formato da una trentina di elementi, nato nel 1994, da un gruppo di amici appassionati
del canto tradizionale della nostra terra e desiderosi di fare squadra anche per attività sociali.
All’origine eravamo IL CORO ALPINO di San Vendemiano (TV).

In questo CD dopo la nostra sigla, vogliamo inserire una meravigliosa invocazione alla Madonna Ascolta, Maria, toccando, assieme all’autore,
le difficili tematiche del nostro tempo.
Come transizione tra il canto sacro e il canto popolare, pensiamo opportuno inserire quel Amici miei che sintetizza anche l’essenza
di un coro che non è solo un insieme di voci, ma di anime che si incontrano nella gioia di ritrovare sia nel canto che nella vita l’accordo
e l’armonia.

Dopodichè non resistiamo alla nostalgia delle origini e della grande famiglia alpina: La cima del Montello,
Era una notte che pioveva, Monte Canino, Da Udin siam partiti, Va l’alpin.
Canti risvegliati anche in occasione delle celebrazioni per il 90° anniversario della Grande Guerra o per ricordare
qualche persona cara che ha vissuto l’epopea di Da Udin…e adesso “è andato avanti”.

Dalla struttura del nostro territorio comunale abbiamo preso spunto per la nostra denominazione I BORGHI.
E’ sicuramente da una realtà come questa che un bel giorno, chissà da quale desiderio, ha preso origine E su e giù per ‘ste contrade,
con la sua tematica d’amore, vero motore di tutto il canto di origine popolare e non solo. In tutto il mondo.
Ecco quindi un dolce canto d’amore in lingua sarda Non potho reposare, struggente e sconsolato.
Desolato sembra essere anche Cortesani, ma bastano due occhi chiari a far tornare la primavera.
L’eterno tema d’amore riecheggia anche in lingua friulana con Daur San Pieri, delicato quadretto di un borgo, di ricordi,
di baci e di sogni che portano il bene.

Autori moderni hanno saputo riconciliare il canto di origine popolare, con l’autentica ispirazione poetica, legata ai sentimenti
ma anche alle improvvise e profonde emozioni che la natura, la sua bellezza, i suoi fenomeni sanno dare. Ecco Maggio, quasi una danza;
ecco Sotto Sieris, con le sue improvvise folate di vento che portano la prima neve.

Il Coro I BORGHI oltre a partecipare a numerosi concerti, organizza ogni anno, la sera del primo sabato di marzo,
una rassegna di canti popolari. In collaborazione con l’Amministrazione comunale di San Vendemiano aderisce ad iniziative di solidarietà,
rallegra con il canto gli ospiti di case di soggiorno alpino o marino e di case di riposo.

L’attività è particolarmente intensa nel periodo natalizio per il quale il coro ha in repertorio numerosi canti.
In questo primo CD vogliamo presentarne un campione. Innanzitutto due canti d’autore, Notte Santa che ben esprime il mistero del Natale
e Marì Betlemme che si pone nella scia delle dolci pastorelle di tradizione italiana e soprattutto veneta. Con gli altri due presentiamo
anche la nostra capacità di spaziare nella musica internazionale con il motivetto E’ nato a Betlemme, di atmosfera cinese e
lo spiritual Go tell it on the mountains, dove solista e coro si alternano dando maggior rilievo al messaggio religioso.

Da Settembre 2015 fino a Giugno 2018 il Coro è stato direttto dalla Maestra Nadia Steffenino.

Da Ottobre 2018 il Coro è diretto dal Maestro Artemio Tosello.


E’ tutto qui il nostro primo messaggio IN CANTO: nella semplicità, senza pretese, ma con la precisa volontà di farsi
interpreti sensibili di quell’universo di valori che è il canto popolare e di riuscire a trasmettere a tutti amicizia e serenità.

Torna ai contenuti | Torna al menu